Salita in varie salse

sprint in salita

MARTEDì 26 GENNAIO 2016

Una pioggerellina fitta fitta ha accompagnato il nostro allenamento in salita di questo pomeriggio, la fatica del “Valentino” diventa un pò una sfida, soprattutto quando le distanze da fare in sprint si fanno più lunghe, quando le gambe bruciano e sembrano dei macigni da trascinare, e inizia la fase di nausea… ma la soddisfazione è tanta quando si riesce a portare a termine un buon allenamento muscolare.

Riscaldamento di 20′ e ritrovo all’inizio della salita

Paolo Navari è tornato nella strada pianeggiante, doveva correre 12 x 500 in 1’38″/1’40” con recupero di 1’20”

Leanna doveva correre il circuito misto campestre/asfalto con la fase finale nel tratto di salita su asfalto e facendo in discesa il Valentino come fase di recupero tra una prova e l’altra.In pratica 6×800 metri con recupero di 3′ misto corsa lenta e passo

Io e Sabrina avevamo 5 serie di sprint su varie distanze, si partiva dai 100 mt e si recuperava in discesa fino a tornare alla partenza, da qui partivamo subito per il nuovo sprint ma di 80 mt e così fino ad arrivare all’ultimo di 20 mt con recupero di 4′ tra le serie.

Gianni Moggia aveva una cosa simile, cominciava con 150 mt e calava di 50 mt fino all’ultimo di 50 mt, anche per lui 5 serie con lo stesso recupero.

Antonio Bianchi correva la prima prova di 200 mt, poi 150 mt e 100 mt. Per lui 4 serie con recupero sempre di 4′.

Massimo e Lorenzo hanno seguito i nostri allenamenti e Nicola ha immortalato le nostre prove con foto e filmati.

Defaticamento di 15′ fino a tornare in Piano di Conca.

Da oltre 30 anni trasformiamo le persone in atleti esperti di Corsa su Strada, Maratona, Pista, Trail Running e Ironman.

RICHIEDI UN PIANO DI ALLENAMENTO
PERSONALIZZATO E RAGGIUNGI I TUOI OBIETTIVI

I NOSTRI PARTNER