Sport con i cani: fare corsa a sei zampe!

sport con i cani

Se volete iniziare a fare attività fisica all’aperto ma da soli vi annoiate ma non avete voglia di gente intorno?? Beh la soluzione migliore è quella di fare sport con i cani, ovvero in compagnia del vostro amico fedele a quattro zampe per riacquistare la forma fisica e far divertire e svagare il vostro amico fidato.

La corsa è una tra le principali attività che si possa fare insieme a fido, ma attenzione non tutti i cani sono portati a correre a lungo e il loro cuore potrebbe non reggere agli sforzi eccessivi che per voi potrebbero invece risultare innocui. Per questo motivo bisogna tenere conto della razza e della taglia del cane; non tutte hanno le stesse caratteristiche fisiche: una taglia piccola sarà sicuramente meno portata alla resistenza nella corsa rispetto ad altre tipologie di cane. Il cane vi seguirà ovunque e a qualunque condizione; sta quindi a voi avere la responsabilità e la capacità di fermarvi e di farlo riposare, sostando magari nei pressi di qualche fontanella per permettergli di bere e rinfrescarsi.

Un’altra attività da poter praticare è l’agility dog, uno sport a livello competitivo che consiste nel far attraversare al proprio cane un percorso ad ostacoli (di solito dai 15 ai 20), ispirato al percorso ippico, che il cane deve affrontare in un ordine prestabilito possibilmente senza ricevere penalità e nel minor tempo. Questa pratica, oltre ad essere salutare per il lui, lo è anche per voi, e permetterà di creare un legame di collaborazione e di fiducia ancora più stretto con il vostro amico a quattro zampe; esso può tranquillamente iniziare a fare questi tracciati già dagli otto-nove mesi di età, cominciando da quelli più semplice ed intuitivi per poi passare a quelli più avanzati. L’agility dog, secondo il regolamento è una disciplina aperta a tutti i cani.

C’è poi lo sleddog, ideale per i cani di razza nordica come Husky e Samoiedo. Non è altro che la corsa sulla slitta, di solito praticata sulla neve, ma è possibile farlo anche su prato, con delle speciali slitte a rotelle; permette all’uomo e all’animale di stare nella natura, ed è un ottimo pretesto per visitare posti meravigliosi ed incontaminati.

Quando la stagione lo permette anche il nuoto si rileva una ottima attività da fare insieme. In mare o al lago, potete sfidarlo in una gara di velocità, o semplicemente lanciandogli un oggetto in acqua ed addestrarlo al riporto. Naturalmente il cane dovrà saper nuotare e che ciò non diventi per lui un esperienza traumatica. I cani che si prestano meglio a questo tipo di attività sono i Terranova e i Labrador per i quali sono disponibili anche dei corsi da bagnino, condividendo in questo modo la passione per il mare con il proprio compagno a 4 zampe.

Dagli Stati Uniti arriva il Disc Dog diventato una vera e propria disciplina sportiva (con tanto di Federazioni e campionati internazionali) perfetta per rendere più agile il proprio amico a quattro zampe e più resistente l’amico bipede. Consiste nel lanciare un frisbee che il cane deve recuperare e riportare, dando prova di agilità e velocità, ma anche di grande intesa con il suo proprietario. Questo tipo di sport ha i suoi inizi negli anni Settanta, più precisamente il 4 agosto 1974 quando Alex Stein, uno studente di 19 anni proveniente dall’Ohio, e il suo cane, Ashley Whippet, saltarono la recinzione durante una partita fra i Los Angeles Dodgers ed i Cincinnati Reds all’ABC’s Monday Night Baseball. Alla fine dell’ottavo inning, mentre il pubblico e le varie televisioni nazionali stavano aspettando la ripresa della partita, entrarono in scena loro, dando spettacolo. Stein aveva con sé un paio di dischi, che lanciò al cane. Ashley lasciò il pubblico senza fiato per le sue prese e acrobazie. La partita fu addirittura interrotta. Alla fine, dopo otto minuti, Stein e il suo cane furono scortati fuori dal campo. Era nato il Disc Dog, entrato improvvisamente nelle case di milioni di americani letteralmente affascinati dal ‘cane volante’. Da quel giorno Alex cominciò a ricevere moltissime richieste e Ashley vinse i Campionati per tre anni di seguito, entrando così a pieno titolo nella storia degli sport cinofili.

Si tratta di uno sporta facilmente accessibile perché tutto ciò che serve è solo un cane sano, un prato e un disco. Sconsigliatissimo lavorare su asfalto o pavimentazioni dure, perché aumentano la sollecitazione articolare. Per quanto riguarda il frisbee non si possono usare quelli che normalmente vengono venduti per giocare sulle spiagge, in quanto troppo duri, possono rovinare la dentatura o le gengive del cane. In commercio sono usciti dei frisbee studiati appositamente per questo tipo di attività. I dischi sono rigidi, ma al contempo fatti di una plastica abbastanza morbida con una bombatura centrale, che permette al disco di rimanere in aria più a lungo. Ne esistono di due dimensioni: standard e piccoli per i cuccioli o i cani di piccola taglia. Importante, non usare mai dischi rotti.

Poi abbiamo il dog dance, o freestyle, una disciplina sportiva che consiste nell’insegnare al cane alcune figure base che vengono poi “armonizzate” in una coreografia a 6 zampe svolta a tempo di musica. La disciplina è aperta a tutti i cani, di razza e meticci, di qualunque età. E’ consigliabile che il conduttore possieda delle competenze sulla comunicazione corretta, sui metodi di lavoro e sulle tecniche di insegnamento.

L’obedience, come la rally obedience sono discipline nata per valutare un binomio uomo-cane nell’eseguire una routine di esercizi e ha come obiettivo quello di insegnare al cane un comportamento controllato e collaborativo che implica una buona armonia cane-conduttore. La rally obedience potrebbe essere definita una variante dell’obedience in cui durante le gare è però consentito rinforzare il cane con giochi o bocconi. La disciplina consiste in un percorso costituito da una serie di postazioni. Ad ognuna postazione corrisponde un cartello in cui è indicato l’esercizio da svolgere. La rally obdience prevede posizioni statiche (seduto, terra, front) alternate a condotte (slalom, cambi di posizione in condotta, variazioni di velocità e svolte), salti e tutte le combinazioni possibili.

Per cominciare qualunque attività sportiva è necessario aver acquisito un ottima sintonia e controllo sul cane e aver lavorato su attenzione e motivazione sviluppando una forte attitudine alla collaborazione.

Ogni volta che facciamo degli esercizi ginnici il nostro corpo ci ringrazia, il cuore batte meglio, il sangue circola di più, i muscoli si allenano e la respirazione migliora sensibilmente. E quindi cosa ne pensate di fare esercizio fisico e passeggiate accompagnati dal vostro amico a quattro zampe? I benefici ovviamente sono anche per lui, sareste in forma in due e più felici insieme! Spesso facciamo attività fisica per sfogare le nostre energie … così come ne abbiamo bisogno noi, ne hanno bisogno pure loro e una delle cose forse più importanti è che potreste anche notare dei miglioramenti nel comportamento dei vostri cani. Infatti spesso i nostri cani sono stressati dalla vita “troppo comoda” alla quale li abituiamo. Quindi sta a noi trovare un modo per aiutare i nostri amici con la coda a trovare un giusto equilibrio psicofisico….e gli esercizi, la ginnastica, la corsa insieme potrebbero essere un toccasana.

Ovviamente cercate di tenere conto delle condizioni fisiche del vostro cane, cominciate con una corsa breve per poi gradualmente allungare i tempi. Avete in questo modo la possibilità di spezzare la monotonia, la routine alla quale siamo sottoposti dal vivere quotidiano e concedere all’amico a quattro zampe anche solo 10 minuti da passare insieme solo con lui!

Luciana Serpe

santuccirunning.it – All rights reserved

Da oltre 30 anni trasformiamo le persone in atleti esperti di Corsa su Strada, Maratona, Pista, Trail Running e Ironman.

RICHIEDI UN PIANO DI ALLENAMENTO
PERSONALIZZATO E RAGGIUNGI I TUOI OBIETTIVI

I NOSTRI PARTNER