Trail, corsa e neve

Trail, corsa e neve 

Per gli appassionati di corsa in montagna l’inverno è un periodo di passaggio e di preparazione in cui non sempre è possibile accedere ai crinali ed alle montagne con quote significative. La programmazione dell’allenamento in questo periodo si concentra più sulle “caratteristiche generali” e in genere sulla corsa su strada, però possiamo pensare di allenare le caratteristiche tipicamente invernali anche inserendo delle pillole di alta montagna, essenzialmente attraverso tre mezzi di allenamento alternativi:

-Sci Alpinismo

-Corsa sulla neve

-Ciaspole

Senza voler entrare nel dettaglio tecnico di ciascuna singola disciplina è interessante osservare come questi mezzi di allenamento concorrano efficacemente a allenare la resistenza di base, la forza e la coordinazione generale. Tutto questo interessando anche distretti muscolari complementari alla corsa e poco stimolati durante la stagione agonistica.

sciLo sci alpinismo può essere utilizzato, ovviamente di chi dispone di una tecnica adeguata e può effettuare uscite in sicurezza, per effettuare essenzialmente 2 tipi di allenamento: lunghi con grandi dislivelli, per la resistenza, oppure salite in forma di ripetute, per lo sviluppo della forza. E’ interessante tenere conto che la discesa con gli sci aiuta nell’allenamento delle qualità muscolari per gli arti inferiori.

La corsa su neve è, a parere di chi scrive, il mezzo di allenamento più interessante tra quelli che stiamo analizzando, perché è il più immediato, il meno “pericoloso” e senza dubbio divertente. Si può correre sulla neve sui sentieri nel bosco o sulle strade innevate, è importante non uscire dal bosco e non avventurarsi in zone ripide e esposte a causa del rischio cadute molto elevato. Per correre sulla neve è opportuno dotarsi di un paio di scarpe con i “ramponcini” oppure con i chiodi. neve-2Il tempo da impiegare per questi allenamenti non dovrebbe superare i 20 minuti all’inizio e mai più di un’ora anche per i corridori esperti, riscaldamento e defaticamento dovrebbero invece essere sempre effettuati su strada o comunque terreno non nevoso. A cosa serve allenarsi sulla neve? Il gesto della corsa resta lo stesso ma si è costretti a modulare la spinta con la massima precisione allenando quindi la sensibilità (utilissima per il trail runner) e l’utilizzo efficace del passo e della leva “piede-caviglia”, si allena tantissimo l’equilibrio e la coordinazione che trova su questo terreno la massima utilità. D’altro canto è elevato il rischio di cadute e di potenziali storture alle caviglie.

In inverno molti runner si dedicano anche alle “ciaspole“, che sono considerate un semplice sostituto degli sci. In realtà le ciaspole sono senz’altro valide per le escursioni a piedi (sempre da effettuarsi in massima sicurezza ambientale) ma non sono un buon mezzo di allenamento per la corsa poiché portano il fisico a lavorare con una postura innaturale e mettono a dura prova le articolazioni a causa della base di appoggio larga e rigida, che crea più di un problema all’atleta che non ha uno stile di corsa impeccabile. ciaspoleRestano comunque uno strumento divertente per gareggiare nelle manifestazioni che in inverno sono organizzate nelle località sciistiche (la Mitica Ciaspolada in Val di Non oppure l’ormai affermata “Ciaspolando” di Pian di Novello in Toscana).

In definitiva, con le opportune attenzioni alla sicurezza, è possibile pensare a dei “richiami di vera montagna” anche nei mesi invernali, divertendosi e allenandosi in modo creativo ed utile.

Da oltre 30 anni trasformiamo le persone in atleti esperti di Corsa su Strada, Maratona, Pista, Trail Running e Ironman.

RICHIEDI UN PIANO DI ALLENAMENTO
PERSONALIZZATO E RAGGIUNGI I TUOI OBIETTIVI

I NOSTRI PARTNER