Osteopatia biodinamica, cos’è?

Un nuovo approccio per sconfiggere il dolore

L’Osteopatia Biodinamica (OBC), trae origine direttamente dal pensiero di A. T. Still e W. G. Sutherland, fondatori dell’Osteopatia.

Dagli studi dell’embriologo tedesco Eric Blechschmidt si evince che esiste una biodinamica nell’evoluzione embrionale, che si basa sulla presenza di forze che dall’esterno incidono sull’attività interna del nostro corpo.

Nell’OBC viene dato grosso rilievo al concetto di salute, in realtà esso rappresenta un caposaldo dell’Osteopatia sin dai tempi di Still, il quale dava grossa importanza alla salute, intesa come naturale tendenza all’auto guarigione.

L’operatore di osteopatia dinamica innanzitutto valuta i movimenti dei tessuti e dei fluidi corporei, appoggiando delicatamente le mani principalmente su cranio, sacro, colonna, caviglie, ventre, e successivamente, attraverso appropriati protocolli di trattamento, cerca di ristabilire un riequilibrio, favorendo le funzioni della linfa, dei liquidi intra ed extra cellulari e ancora cefalo-rachidiani.

L’osteopatia biodinamica si allontana dalla manipolazione osteopatica intesa come tecnica manipolativa.

Il trattamento osteopatico meccanico, cioè imposto, ha un effetto più superficiale, mentre con il trattamento in biodinamica l’osteopata non induce il trattamento ma rende possibile l’attivazione di un processo di autoguarigione risolutivo per il paziente.

Vi sono relazioni nervose e muscolari importanti tra apparato digerente, sistema masticatorio, colonna vertebrale, appoggio plantare.

Quindi a prescindere da dove è il problema, è necessario valutare nell’insieme e individuare quale è il problema del dolore.

Quando i dolori accusati dai pazienti dipendono da una cattiva relazione tra le componenti muscolo-scheletriche, viscerali e tra il sistema nervoso e quello vascolare, l’osteopata è in grado di liberare il corpo dalle possibili costrizioni patologiche che limitano il normale flusso energetico, restituendo all’organismo una fisiologia funzionale ottimale.

Una volta che viene risolto il problema alla radice, il corpo piano piano riprende vigore e si autocura. Un fastidioso dolore alla spalla, alla schiena al piede o in altre parti può essere curato tramite farmaci, massaggi, ma è un sollievo momentaneo che poi ritornerà sempre.

Tutti abbiamo dei punti dolenti del nostro corpo e se ci pensiamo bene, ciclicamente questi si ripresentano. Il dolore che avvertiamo non è localizzato in quel punto ma sotto possono esserci fattori che lo influenzano e bisogna capire bene da dove parte il problema.

La causa non è situata dove il dolore si manifesta.

 

 

Da oltre 30 anni trasformiamo le persone in atleti esperti di Corsa su Strada, Maratona, Pista, Trail Running e Ironman.

RICHIEDI UN PIANO DI ALLENAMENTO
PERSONALIZZATO E RAGGIUNGI I TUOI OBIETTIVI

I NOSTRI PARTNER