Appunti dal campo

Descriviamo in breve alcuni allenamenti svolti oggi dal nostro gruppo di allenamento. Si parla di lavori di sintesi a modulo variabile, di scalette, di progressivi ed altro.

14/02/08 La bellissima giornata di sole ha contribuito a far svolgere al meglio la seduta in programma. Oggi erano presenti al campo gli atleti dei quali indico gli allenamenti svolti.

Allenamento di sintesi a carattere lattacido per Bianucci e Giannotti.

Hanno corso nella parte qualitativa della seduta 3×800 metri a modulo alternato. Si tratta di spezzare la singola prova in 3 blocchi, passando da un’andatura a ritmo gara 800 metri ad un tratto corso su un ritmo per loro corrispondente ad una produzione di 3 millimoli di lattato per litro, per poi tornare nell’ultimo tratto a chiudere a velocità massima. Il recupero fra le prove è ampio, ma non completo.

Da notare che la media finale degli 800 metri proposti, equivale con buona approssimazione al massimo consumo d’ossigeno.

Daniela De Felice ha invece compiuto una lunga frazione di corsa di riscaldamento, prima di eseguire una scaletta a scendere ad intensità medio alta. È stato eseguito questo frazionato con le dovute cautele, poiché proviene da un periodo in cui era alle prese con noie muscolari.


Daniele Zerini è partito con una prova di 2000 metri corsa sul piede dei 3’09” al km per poi andare ad eseguire una serie di 400 metri a 3’ al km con recupero non troppo stretto.

Gli Italiani di Società di cross in programma domenica prossima a Monza, richiedevano un impegno buono per tenere pronto l’organismo in tutti i suoi elementi, ma senza stringere troppo nei recuperi in modo da evitare pericolosi affaticamenti in ottica gara.

Alberto Comelato ha coperto 12 km a ritmo blando avendo corso il giorno prima una serie di 4×2000 metri. Per lui sono in programma domani delle salite brevi per poi chiudere la settimana con un ritmo maratona in previsione della 42 km di Roma del 16 marzo.

Gianni Moggia, ha invece corso 8 km a ritmo progressivo finendo abbondantemente sotto i 4’ al km. Egli aveva corso ieri una seduta a coinvolgimento muscolare sollecitando delle buone intensità. L’allenamento eseguito oggi ha contribuito a sciogliere i residui formati con la seduta del giorno prima.

Moggia, infatti, ha avvertito sensazioni di gambe pesanti nei primi km del progressivo, cosa che si è puntualmente andata a risolvere in modo spontaneo dopo il quarto km della seduta.

Da oltre 30 anni trasformiamo le persone in atleti esperti di Corsa su Strada, Maratona, Pista, Trail Running e Ironman.

RICHIEDI UN PIANO DI ALLENAMENTO
PERSONALIZZATO E RAGGIUNGI I TUOI OBIETTIVI

I NOSTRI PARTNER